Pacchetto casa salvo nella Legge di bilancio 2020

fonte fiscoetasse.com

Sospiro di sollievo per il mondo dell’edilizia e per tutti coloro che hanno in corso o progettano lavori sulle abitazioni. Resta quasi intatto il “Pacchetto Casa” nella Legge di bilancio 2020, almeno stando a quanto previsto nel Disegno di Legge bollinato il 2 novembre dalla Ragioneria Generale dello Stato e su cui il Parlamento sarà al lavoro in queste settimane. Si ricorda infatti che il termine per l’approvazione definitiva della Legge di bilancio è il 31 dicembre 2019. Ma andiamo con ordine vedendo bonus per bonus cosa è previsto.

  1. Bonus facciate: prevista per le spese sostenute nel 2020 la detrazione del 90% dei costi sostenuti per le facciate degli edifici. L’agevolazione non prevede un limite di tetto e riguarda tanto i lavori ordinari quanto i lavori straordinari di manutenzione. (Per approfondimenti si consiglia l’articolo Legge di bilancio 2020: bonus facciate al via)
  2. Bonus ristrutturazioni: confermata anche per l’anno 2020 la detrazione al 50% delle spese sostenute per le ristrutturazioni edilizie.
  3. Bonus mobili: correlato al bonus ristrutturazioni è il bonus mobili che trova la conferma anche per il 2020. Il bonus consiste nella detrazione al 50% per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici di classe energetica A+ o superiori.
  4. Ecobonus: confermato per il 2020 anche la detrazione al 50/65% prevista per l’efficientamento energetico. La norma proroga semplicemente di un anno la portata del bonus, lasciando quindi invariate tutte le disposizioni vigenti.
  5. Ecobonus condominiale: confermato anche per il prossimo anno l’ecobonus anche nella versione condominiale che beneficia della detrazione al 70-75% a seconda dei casi
  6. Sisma bonus: presente all’appello dei bonus casa 2020 anche il sisma bonus dedicato alla messa in sicurezza degli immobili che a seconda della tipologia di lavori e della zona di residenza beneficia della detrazione fino all’85%
  7. Bonus verde: non vede conferma invece il cd. bonus verde introdotto per la sistemazione a verde di giardini e terrazze che godeva della detrazione pari al 36% delle spese sostenute.